domenica 28 maggio 2017

LA NOSTRA AMATA MADRE TERRA

LA NOSTRA AMATA
MADRE TERRA


Carmen Nigri

Per milioni di anni la nostra Madre Terra ha sostenuto e supportato il cammino evolutivo dell'umanità. Oggi la chiamiamo "Gaia"; nei piani superiori è stata chiamata per milioni di anni "Virgo" (Vergine).
Questi sono i tempi del ritorno della primavera, dopo i rigori di un inverno millenario. Se nel gioco cosmico durato miliardi di anni Gaia aveva compassionevolmente accompagnato l'umanità intera nella sua 'caduta', ora è prevista finalmente la sua ascesa. Siamo all'alba di una nuova nascita: un uomo nuovo, cosciente e responsabile in totale armonia con Gaia, costruirà una convivenza tra tutti gli esseri più sana e più giusta, prospera e condivisa. 
Madre Terra ha finora ricevuto ben poca riconoscenza da parte dei suoi figli; essa è stata abusata, maltrattata, violentata. Oggi noi vogliamo onorarla e ringraziarla per il suo coraggio, la sua forza, la sua pazienza. Gaia è molto rispettata e ammirata dalla Gerarchia spirituale e dagli Esseri più evoluti della Fratellanza Bianca. Nessun Essere senziente ha mai sopportato tanti soprusi, maltrattamenti e traumi quanto lei. Nonostante tutte le aberrazioni subite e che ancora subisce, Gaia continua a rimandare la sua personale ascensione, nella speranza di poter portare con sé il maggior numero dei suoi figli! 
Mentre lei amava incondizionatamente tutti gli esseri viventi sul suo corpo, facendo di sé un gioiello unico e prezioso nell'universo, l'uomo ha deturpato il suo corpo, creando tanta bruttezza e dilapidando i suoi tesori. Gli stessi pensieri di guerra, di vendetta e di sopruso che hanno condizionato i tempi passati come il presente sono responsabili delle condizioni disarmoniche che l'umanità e il pianeta intero oggi vive; i cambiamenti climatici, i terremoti, le eruzioni vulcaniche, gli tsunami, le siccità come le alluvioni che imperversano sulla superficie di Gaia, non sono che la conseguenza di questi stati disarmonici e conflittuali.
Per ordine delle Gerarchie spirituali tuttavia Gaia non è mai stata abbandonata a se stessa.  Esse infatti hanno sempre lavorato insieme alle Gerarchie della Terra Interiore, in modo da non rendere inabitabile il pianeta e per assisterlo nel momento in cui esso finalmente ascenderà ad uno stato coscienziale più elevato di quello attuale.
Gli abitanti della Superficie non conoscono molto dell'esistenza degli esseri che abitano la Terra interna, o addirittura se qualcosa sanno, se ne ridono, avvalorando come credibili solo le  congetture risibili della scienza terrestre che vuole tenere all'oscuro l'umanità dalla verità, facendo credere che il pianeta sia un solido pieno al suo interno, con un nucleo ferroso che lo tiene - non si capisce bene come - in orbita nello spazio! Nulla di più incredibilmente erroneo... Tutti i pianeti infatti sono cavi al loro interno ed è proprio per una relazione tra le forze centrifuga e centripeta che si crea tra la superficie e il loro interno che essi - essendo cavi - possono galleggiare nello spazio senza collassare la loro orbita o peggio impattare tra di loro... 

All'interno di Gaia esistono diversi mondi e dimensioni, il più elevato dei quali è il regno di Shamballah, la città di luce, governata dal re del mondo, Sanat Kumara. Questa civiltà, assai evoluta è vibrante nell'eterico e per questo invisibile ad occhi umani. 
In quinta dimensione la città di Telos abitata dai Telosiani, discendenti dagli antichi Lemuriani che si erano riugiati all'interno della Terra per sfuggire alla catastrofe che li coinvolse contro l'Atlantide corrotta e usurpatrice dopo la 'caduta'.
A tutt'oggi i Telosiani sono molto coinvolti nell'aiutare gli abitanti della superficie. Un giorno non lontano saranno i "mentori" della coscienza cristica, ovvero le guide del presente e dell'immediato futuro che insegneranno agli uomini, durante il processo di ascensione, come costruire le nuove città di luce e collaboreranno alla costituzione di governi modellati sui principi dell'amore e della fratellanza universale, sul modello delle civiltà più progredite dell'universo.

A tal proposito desidero riportare alcuni stralci tratti dal libro di Aurelia Louise Jones, autrice già citata in uno dei miei precedenti post, dal titolo "Telos - Rivelazioni dalla nuova Lemuria". La citazione che riporterò qui di seguito è tratta dalle parole dettate all'autrice da ADAMA, alto Sacerdote di Telos, che sento di voler ringraziare personalmente ancora una volta ed esprimere la mia più profonda gratitudine e ammirazione. Adama ha infatti mantenuto le energie della Fiamma dell'Ascensione per migliaia di anni sempre accesa, fino a che l'umanità non fosse stata in grado di aprire le porte della consapevolezza interiore, per riconoscere la propria divinità e abbracciare la pace e l'unità del cuore.

Nell'attesa del Grande Incontro
Voi tutti oggi siete impegnati nella più grande di tutte le avventure: l'Ascensione. Prevediamo che i nostri insegnamenti si diffonderanno largamente per assistere tutti coloro che sono collegati a noi nel loro viaggio verso la libertà spirituale. Il nostro riemergere sulla superficie, per ricongiungerci nuovamente con coi, rappresenta il "Grande incontro" che avete atteso per molte centinaia di anni di separazione fisica. Vi insegneremo come creare con semplicità e grazia le basi per una imperitura età dell'oro, di illuminazione, amore, pace, bellezza e prosperità per tutti gli esseri umani che decidono di rimanere qui. 
Desideriamo fortemente essere con voi in maniera più tangibile, così come lo desiderate voi, perché noi siamo una famiglia. Insieme gioiremo per il nostro ricongiungimento nell'amore. E' con grande piacere ed emozione che vi trasmettiamo le memorie di Lemuria. Anche se per un po' di tempo è parso che queste memorie fossero andate perdute, esse hanno continuato a vivere e a prosperare nei vostri cuori fino ad ora. A Telos siamo onorati di unire i nostri cuori con voi e di assistere al ricongiungimento delle nostre due civiltà. Vi mandiamo molto amore da Telos, dove questa divina energia fluisce in grande abbondanza. Fino al nostro incontro, continuate a praticare l'arte del vero amore, che comincia con l'amare se stessi.
Possa abbondare nei vostri cuori l'Amore degli uni per gli altri e per tutta la creazione, come preziose gemme ed espressioni dell'amore di Dio Padre e Madre! Vi abbiamo caramente a cuore.
ADAMA.



Nessun commento: