venerdì 17 maggio 2019

LA LUCE ADAMANTINA: INSEGNAMENTI PER LA NUOVA ERA (14) [seconda parte - Capitolo VIII]


LA LUCE ADAMANTINA


INSEGNAMENTI ESOTERICI
PER LA NUOVA ERA

(14)

CAPITOLO VIII

[seconda parte]

ANTROPOGENESI
"Storia" dell'Umanità




QUARTA RAZZA RADICE: "L'ATLANTIDEA"

Situazione geografica

Atlantide, così chiamiamo il quarto Continente, sarebbe la prima terra storica, se si prestasse un'attenzione maggiore alle tradizioni antiche. La famosa isola, chiamata così da Platone, era solo un frammento di quel grande Continente.
A differenza di quanto è accaduto alle razze precedenti, esiste una ricca informazione relativa alla Quarta Razza-radice o Atlantidea, sulla quale è stato scritto un libro, considerato un testo classico su questo argomento, intitolato "The Story of Atlantide and Lemuria", di W. Scott-Elliott. Quest'opera contiene anche quattro mappe che descrivono tutte le regioni di Atlantide. A grandi linee possiamo dire che essa occupava il bacino Atlantico, da circa 50° di latitudine Nord, fino a pochi gradi al Sud dell'Equatore.

Struttura

L'apparenza dei primi Atlantidei era molto diversa dall'attuale forma umana. La struttura degli ultimi Lemuri, diretti precursori degli Atlantidei, era molto simile ai primi Atlantidei. I loro occhi erano piccoli e le palpebre mobili; i loro capelli lisci e di sezione circolare; le loro orecchie si staccavano molto dalla testa e crescevano molto più all'indietro di quanto accade oggi. In Complesso la loro immagine è abbastanza simile a quelle dell'iconografia Azteca e Maya.
Tutte queste caratteristiche variarono sostanzialmente rispetto alla Quinta sottorazza, la Semita, la cui apparenza esterna era molto simile a quella degli Ariani, la nostra attuale razza. Si afferma, da parte di alcuni autori, che già tra gli ultimi appartenenti alla terza sottorazza, o Tolteca, gli uomini assomigliavano al così detto "Uomo di Cromagnon" che costituì uno degli esempi più perfetti dell'essere umano nel suo aspetto fisico.
Discendenti dei Toltechi furono i primi colonizzatori dell'Egitto che poi si fusero con un ramo Ariano proveniente dall'India.

Commenti ed avvenimenti

Il Continente Lemurico fu distrutto completamente da successivi cataclismi di origine prevalentemente vulcanica e sorse al suo posto un nuovo Continente, denominato "Atlantide".
Come vedemmo già nella Terza Razza, l'intervento degli Spiriti Luciferici fece precipitare una serie di avvenimenti e l'uomo si vide prematuramente dotato di una individualità di cui ignorava il significato e il vero valore e con la quale non sapeva come comportarsi. I successivi errori commessi per mancanza di maturità e di discriminazione generarono una massa di Karma che forzò a posporre il nuovo impulso all'evoluzione fino alla successiva Epoca, l'Ariana; ma anche nel corso di quest'epoca l'impulso CRISTICO, che sarebbe stato opportuno infondere durante l'Epoca Atlantidea, non fu correttamente assimilato da un'umanità troppo disgregata dall'influenza luciferica.
I veicoli sottili, i corpi interiori degli Atlantidei primitivi non erano concentrici col corpo fisico, come accade attualmente. La testa del Corpo eterico si trovava fuori del corpo fisico, situata abbastanza più in alto. Il trono dell'Anima tra le sopracciglia non coincideva con la sua controparte eterica, della stessa forma di quella che si trova negli animali odierni. Come conseguenza di quel distanziamento, la capacità di percezione degli esseri umani era molto più precisa nei Piani interiori che nel Fisico, con la sua atmosfera nebbiosa ed appesantita.
Nell'ultimo terzo dell'Epoca Atlantidea, entrambi i punti coincisero e si ottenne la perfetta coscienza del Piano Fisico ma a costo della perdita della percezione dei Piani più sottili. All'inizio dell'Epoca atlantidea, l'uomo non percepiva con chiarezza i contorni delle cose, ma captava la loro forma eterica ed astrale ed identificava le loro caratteristiche in maniera inequivocabile. Con la perdita della percezione interiore, tutte quelle possibilità sparirono e ciò lo lasciò indifeso.

Le sette Sottorazze di questa Quarta Razza-radice sono:

1. Ramoahals
2. Tlavatlis
3. Tolteca
4. Turani
5. Semita
6. Akkadiana
7. Mongolica

Al principio, questi esseri possedevano una memoria appena definita, come frutto degli ultimi passi dell'evoluzione mentale dei Lemuri, la quale aveva permesso loro di sentire ed esprimere alcuni sentimenti artistici e Spirituali elevati che li condussero, come vedremo, a realizzare gigantesche costruzioni di tipo religioso, ma mai di tipo abitativo, come il famoso e grandioso "SHAMBALLA" eretto dai Lemuri.
A causa dello stretto rapporto di questi primi Atlantidei con le forse della natura, i suoni da loro emessi, come succedeva ai Lemuri, agivano sulle cose e sugli esseri designati. Era un linguaggio dotato di un Potere autentico, capace di esercitare un effetto curativo, di stimolare la crescita delle piante o di domare un animale selvaggio.
Nelle successive Sottorazze questa capacità andò diminuendo, fino ad arrivare a dissolversi completamente. 
L'utilizzazione che i Ramoahals facevano del linguaggio era molto preciso e provvisto di un senso religioso, poiché essi apprezzavano lo spirito divino latente in tutte le forme della Creazione.
Più avanti cominciarono a prendere coscienza di se stessi come entità autonome e separate. Con ciò ci originò l'autostima e il germe dell'orgoglio personale. Quelli che  avevano perfezionato la memoria ed erano capaci di ricordare esperienze passate, valorizzandole e stabilendo paragoni col presente, furono molto stimati, poiché in quel tempo non agiva la mente concreta ragionatrice, elaboratrice di criteri e giudizi e risolutrice di problemi. Le difficoltà dovevano essere affrontate in base ad esperienze simili del passato. In questo modo, le azioni e i ricordi di questi individui più avanzati si andarono registrando nella memoria dei loro contemporanei, stabilendosi così un rudimentale "Culto" della tradizione. La memoria del gruppo cominciò a strutturare una coscienza di Unità Gruppale che sarebbe stato il prototipo dell'idea di Patria.
 Nella terza sottorazza degli Atlantidei gli individui più avanzati furono sottoposti al processo di "Iniziazione" nel sentiero di accelerazione evolutiva, con il fine di dare alle loro facoltà una capacità più ampia e servire così da modello ai loro contemporanei. Con uno sviluppo più completo della memoria e con lo stabilirsi del culto delle personalità più rilevanti, si arrivò al momento in cui apparvero l'ambizione e l'orgoglio, basati sul potere personale e sulle facoltà di operare sulle forze della natura, possedute da questo popolo.

La Quarta Sottorazza dell'Atlantide fu la più degenerata. In loro fruttificarono i primi semi del male, già segnalati nelle due sottorazze precedenti. Fu così che questi uomini arrivarono ad entrare in contatto con le Entità rappresentative del Male Cosmico, alle quali offrirono la loro adorazione i Sacerdoti dei Culti Neri di Atlantide, che andarono proliferando per tutto il Continente come una gigantesca infezione morale:
"La paura della Morte è una delle grandi anormalità o distorsioni della Verità divina, delle quali sono responsabili i Signori del Male Cosmico Primordiale. Quando nelle epoche primitive gli Atlantidei insorsero dal luogo dove erano stati confinati ed obbligarono la Gran Loggia Bianca a ritirarsi temporaneamente nei livelli soggettivi, il loro primo grande atto di distorsione fu quello di innescare la paura negli Esseri umani, cominciando con la paura della Morte. Da quel momento gli uomini hanno posto l'enfasi sulla morte e non sulla vita e da quel momento sono stati dominati dalla paura. Uno degli atti iniziali del Cristo e della Gerarchia, quando riappariranno nuovamente, sarà quello di sradicare questa particolare paura e di confermare nelle menti dei popoli l'idea che incarnarsi e prendere forma non è che un processo naturale dello Spirito Divino che è l'Uomo".
I grandi poteri concessi agli Iniziati, alcuni dei quali tradirono il loro sacro giuramento alla Gerarchia Planetaria, insieme alle capacità proprie della Razza Atlantidea originale, segnarono un vertiginoso declino dell'integrità di quel popolo, che si dedicò sempre più intensamente alla corruzione, con finalità straordinariamente egoiste e perverse; ciò da parte delle classi più elevate della società nei riguardi di quelle più basse ed oppresse.
Tutte le aberrazioni ebbero in questo oscuro periodo un completo sviluppo. I sacrifici umani furono pratica generalizzata ed i Maghi-sacerdoti consacrarono i loro sforzi a dotare di vitalità artificiale creature elementari, generate in base ai loro più grossolani desideri, al fine di utilizzarle come elementi di culto di fronte ai loro sudditi più incolti, che credevano di vedere in quelle repellenti entità semi materializzate, Dei degni di venerazione, anche per la paura che la loro ripugnante presenza incuteva.
Ogni tipo di prodigi fenomenologici erano realizzati da quei Maghi Neri che potevano dotare di una falsa vita le statue di pietra dei loro mostruosi Dei che scendevano dai loro piedistalli per divorare gli esseri umani che erano offerti loro in cruenti sacrifici; o promuovevano un'intelligenza artificiale in alcuni animali, dotandoli della parola affinché agissero come loro intermediari davanti al popolo ed esigessero donazioni per i loro sogni e sangue per il loro proprio alimento, sotto la minaccia di risvegliare gli Dei bestiali che li avevano atterriti.
La Gerarchia Planetaria ed i Grandi Istruttori di altri pianeti considerarono queste iniquità come gravemente pericolose per il futuro sviluppo dell'uomo, per cui fu decretata la completa distruzione di questa Razza profana. Tremendi terremoti fecero sprofondare così la maggior parte di Atlantide sotto la superficie del mare, dopo un gigantesco diluvio causato dalla condensazione del vapor acqueo che impregnava l'atmosfera di Atlantide. Soltanto piccole estensioni meridionali del Continente furono salve e lì si svilupparono le sottorazze seguenti, a partire da alcuni pochi sopravvissuti accuratamente selezionati dalla Gerarchia. Questo grande Diluvio corrisponde, in realtà, a quello che la Bibbia chiama "Il Grande Diluvio Universale", riferito ad una razza anteriore alla nostra. E Noè, essendo un alto iniziato di grande purezza, fu incaricato di salvare coloro che erano stati giusti.
Dagli ultimi resti di Atlantide, denominati POSEIDONIS, che fu descritta da Platone, in un'atmosfera chiara ed illuminata dalla Luce Solare, apparve la Quinta Sottorazza Atlantidea, destinata ad essere la progenie della Razza successiva, la nostra attuale Razza Radice Ariana. La mente cominciò ad essere usata come realizzatrice dei desideri e direttrice delle azioni. Prima di provvedere a soddisfare il desiderio, l'uomo semita sottoponeva quell'impulso ad una consultazione da parte della sua mente, per sapere se quell'azione era appropriata o avrebbe potuto causargli qualche danno. Le sue motivazioni continuavano ad essere essenzialmente egoistiche, ma ora erano sottoposte ad un controllo.
Questa possibilità di usare la facoltà ragionatrice e discriminatrice generò come controparte la perdita del controllo delle Forze della Natura e della chiaroveggenza, cosa che sollevò l'uomo da una tremenda responsabilità nei riguardi di un potere che ancora non era capace di utilizzare correttamente.
Vediamo dunque come nell'Epoca Polare l'uomo ottenne il corpo fisico come strumento di azione: nell'Epoca Iperborea il corpo eterico che gli diede forze vitali, capacità di crescita e di riproduzione; nell'Epoca Lemurica il corpo Astrale, che gli offrì l'incentivo per l'azione e limitò la crescita; mentre nell'Epoca Atlantidea l'uomo utilizzò la mente, ricevuta a metà dell'epoca della Lemuria, così che le sue azioni fossero guidate non da impulsi emozionali bensì da determinazioni coscienti e responsabili di tipo intellettuale. Orbene, la natura astrale (emozionale) di Atlantide era molto forte e la capacità riflessiva appena incipiente, per cui la loro interazione causò una specie di compromesso favorevole alla parte emozionale che si denominò "astuzia", cioè la conoscenza messa al servizio dell'interesse egoistico.

Alla fine della settima sottorazza si situano quegli elementi che la scienza chiama "HOMO SAPIENS" ed il Neolitico.

Le Piramidi

A proposito degli ultimi Atlantidei, si può osservare che essi erano abili nella tecnica ed erano assistiti inoltre da altri esseri di tipo extraterrestre, così da avere a disposizione una tecnologia avanzatissima per i loro tempi. Tra l'altro, le famose Piramidi primitive furono il risultato di questa tecnologia, poiché i primi Faraoni furono gli ultimi Atlantidei, da lì il mito che i Faraoni erano Figli del Sole, cioè dello Spazio esterno. Curiosamente la Piramidi meglio costruite erano le più antiche, qualcosa di inspiegabile, e le ultime che si continuavano a costruire appena assomigliavano alle prime, poiché in quel tempo ormai non c'era più quell'aiuto extraterrestre.


QUINTA RAZZA-RADICE: "LA ARIANA" (attuale)

Non dobbiamo confondere la parola "Ariano" con il termine utilizzato dai nazisti per designare un tipo determinato di uomo fisico. Hitler, conoscitore superficiale della tradizione esoterica, faceva ricorso a questa terminologia per giustificare le sue atrocità. Quindi ricordiamo che la parola "Ariano" fu molto anteriore a lui. Quando parliamo della "Razza Ariana", o "Quinta Razza" non si sta facendo riferimento ad un tipo particolare di anatomia fisica, bensì ad alcune caratteristiche interiori della nostra attuale umanità, la quale è rappresentata 
inclusivamente da tutte le razze ed etnie del mondo contemporaneo.

Situazione geografica

La Quinta è la nostra attuale razza, la "Ariana". Dai pochi Semiti che rimasero fedeli al loro Spirito Guida ed al loro Manu, si sviluppò questa Razza-radice, che geograficamente ebbe il suo nucleo di diffusione nell'Asia centrale. IL quinto Continente era l'America, ma poiché è situato agli antipodi, gli Occultisti Indo-ariani si riferirono generalmente all'Europa e all'Asia Minore come al quinto Continente. Se il loro insegnamento seguisse l'apparizione dei Continenti nel loro ordine genealogico e geografico, questa classificazione dovrebbe essere alterata, ma poiché l'ordine successivo dei Continenti segue l'ordine dell'Evoluzione delle Razze, dalla Prima a alla Quinta (la nostra Razza attuale), l'Europa viene definita il Quinto Grande Continente.

Commenti

Partendo praticamente da zero, gli Ariani si trovarono nella necessità di elaborare tutta una cultura, sprovvisti come erano delle facoltà psichiche e delle antiche ed avanzate risorse tecnologiche della precedente Razza Atlante, completamente vittime di isolamento nel Piano fisico e separati da ogni realtà più profonda.
Ovviamente questa descrizione è un po' generica e non può essere applicata allo stesso modo a tutti i nuclei dei primitivi Ariani. Nel caso degli Egizi, per esempio. ci fu una dolce transizione tra la Quarta Razza e la Quinta ed una gran parte della Scienza spirituale ed anche le sue applicazioni tecniche, sopravvissero per moltissimi anni. Ma questo non fu il caso più comune.
In seguito la norma fu quella che le antiche Guide spirituali che sfuggissero per quanto possibile la prossimità degli uomini, per lasciarli liberi, padroni delle loro proprie forze e affidati al libero esercizio delle loro facoltà intellettuali e discriminatrici. In questo modo cominciò il percorso verso una nuova tappa dell'umanità. Occasionalmente discendevano fra gli uomini membri di umanità avanzate di altri pianeti che li introducevano alla conoscenza di alcune pratiche elementari necessarie per il loro sviluppo, come l'uso e la produzione del fuoco, la manipolazione dei metalli o i principi dell'agricoltura e dell'allevamento.

Le sottorazze che compongono la Razza Ariana

1. Ariana indiana ed una delle razze dell'Antico Egitto;
2. Ariana semitica: Babilonese, Assiro, Caldea;
3. Iranica: Persiana, Greca, Latina;
4. Celtica: Greci, Romani (Italia, Grecia, Spagna, Francia, ecc.);
5. Teutonica: Slavi, Scandinavi, Olandesi, Tedeschi, Inglesi.

Attualmente siamo nella Quinta sottorazza e stiamo forgiando la Sesta.

6. Si sta sviluppando attualmente nel Sud degli USA e in nuclei in California ed in Australia (Razza "Australe-americana");
7. Sarà la Slava, nascerà in Russia e coinciderà con gli impulsi del segno astrologico entrante di Aquario. Sarà dotata di un alto sviluppo spirituale. Questa civiltà sarà breve, ma brillante.

Trascorsi vari millenni, dopo che l'umanità risorse in seguito al grande cataclisma dell'Atlantide, un Sommo Sacerdote chiamato "Ramo", saggia guida di popoli, dovette fuggire dalle terre celtiche dei "Finisterre" europei perché si opponeva ai sacrifici umani che le Sacerdotesse Druide imponevano nel periodo del matriarcato per placare gli Dei. In questa fuga verso Oriente arrivò in India e, insieme ad altri gruppi di popoli salvati dalla grande catastrofe, come gli Uighuri della Siberia, arrivò a formare un paese unito sotto la forma della "Teocrazia", oggi perduta.
La libertà ed il destino sono gli unici punti di riferimento di equilibrio che possono portarci alla felicità e alla pace. Da questa grande trasformazione dell'era RAM deriva il leggendario Dio dell'India, RAMAKRISHNA, l'epopea del RAMAYAMA e tutta la saggezza dell'Antica India. Questa "guida" dell'umanità fu chiamata anche MANAS o MANU e, molto tempo dopo, Minosse dai Greci e Mosè dagli Ebrei.
L'Antica India con i suoi sette RISHI e con tutta la spiritualità nata in questa regione è la Prima Sottorazza della Quinta Razza. Per gli Indù dell'antica India solo il mondo spirituale e super-sensibile era reale; invece Maya o Illusione era l'aspetto materiale.
Il contenuto molto posteriore delle Proibizioni, libri intrisi di un'elevata conoscenza spirituale, non riflettono l'aspetto originale delle grandi dottrine elaborate da quei Maestri della più remota antichità. Questa antichissima saggezza aveva ereditato qualcosa della COSMICITA' della Quarta Madre-patria persa.

Molto posteriori sono le scritture in sanscrito che ci sono pervenute e che sono deboli echi dell'India che più o meno conosciamo oggi. D'altra parte, quei RISHI salutarono e riverirono in Vishvakarman il precursore che dovrebbe venire a salvare il mondo, il Cristo. (Vedi il maestoso verso profetico del 19 yarsht, nello Zend-Avesta).
Una seconda Sottorazza che succede a questa è chiamata la Persia primitiva, poiché il suo centro irradiante era l'antica Persia. Ci fu allora una eccelsa figura che diede una nuova e grandiosa forma al divenire umano, la cui grandezza è superiore a quella che la storia gli ha attribuito. Egli seguiva lo spirito del leggendario Grande Iniziato ZOROASTRO.
Nell'antico Egitto un Grande Istruttore, il leggendario HERMES, o Dio THOT, conoscitore ed Iniziato nei Misteri, discepolo di Zoroastro, predecessore del Tre volte Saggio Trismegisto, fu il portabandiera di questo paese. Il suo insegnamento consisteva nel saper armonizzare, durante il percorso della vita, le facoltà sensibili degli uomini con i Poteri spirituali ai quali quelle sono subordinate.
Alla fine di questa grande catena di Maestri e Guide dell'umanità, i più noti dei quali furono Ramo, Ramakrishna, Zoroastro, Buddha, Hermes, Mosè, dopo l'ultima grande catastrofe, venne l'ultimo, Il Cristo, il Maestro dei Maestri e degli Angeli che è, anche per le circostanze particolari della sua venuta, annunciata dai profeti, l'Essere spirituale più elevato del nostro pianeta. Egli si manifestò attraverso il suo discepolo Gesù di Nazareth per un periodo di tre anni; apportò con la Sua  Presenza uno stimolo unico e provvidenziale, aprendo all'umanità la Porta divina alle Iniziazioni Superiori. Un evento, come dicemmo, trascendente.
La nostra attuale Quinta Sottorazza nacque intorno alla fine dell'Impero Romano e l'inizio del Cristianesimo, ma è nei secoli IV, V e VI, a partire dal battesimo di Costantino, che la società prese forma e manifestazione diverse dalle precedenti, nel modo di vivere e di comprendere la vita. R. Steiner situa l'avanzamento di questa cultura dai secoli citati prima, fino al secolo XV, periodo in cui tale civiltà e cultura cristiane rimpiazzarono la precedente cultura greco-romana, che aveva assorbito la sua linfa dal pensiero della Grecia.

SESTA E SETTIMA RAZZA-RADICE

La Sesta Razza sarà denominata Nuova Era (o Aquariana). I componenti di questa imminente futura razza stanno nascendo in tutti i Paesi del mondo, introducendo elementi completamente nuovi nella costituzione fisica e specialmente psichica, dell'essere umano. Dalla Sesta Sottorazza o Blazer, apparirà l'ultima Razza, che unificherà in sé le caratteristiche di tutte le Razze precedenti ed il cui colore sarà simile al caffè chiaro. IN QUESTA RAZZA SI FARA' REALTÀ "LA GRANDE FRATELLANZA BIANCA".

In sintesi, le civiltà nascono e muoiono sviluppando questa o quella qualità; ma il senso di tutto ciò è l'Evoluzione, che opera mediante la Reincarnazione, in campi di sperimentazione sempre più ampi ed elevati, fino a raggiungere la meta suprema: "la Realizzazione dell'Essere" per la quale veniamo volontariamente in questo pianeta.



CRONOLOGIA DELLA NOSTRA ORIGINE


- Dall'inizio dell'evoluzione del nostro sistema solare fino ai                    nostri giorni sono trascorsi 1.955.885.000 anni;
- dall'origine dei regni minerale, vegetale ed animale fino all'umano        sono trascorsi 300.000.000 anni; 
- l'uomo agisce con autocoscienza, che iniziò nella terza Razza radice    o Lemure da 18.618.800 anni. 



Nessun commento: