mercoledì 22 giugno 2016

Meditate Gente, meditate!... "Umani, troppo umani"




Meditate Gente, Meditate!...


"Umani, troppo umani"



Dinaweh

Cari amici,

il titolo del post non è scelto a caso, anche se cita un tormentone pubblicitario di Renzo Arbore (musicista e uomo di spettacolo), in voga un po' di anni fa...
Scorrendo le righe, continuando la lettura del testo e soprattutto ascoltando il documentario, ne capirete il senso...
Nel post precedente ho accennato al fenomeno del Transumanesimo, cioè a quella carta che potremo definire "l'asso nella manica" nell'Agenda degli Illuminati; tale programma è già attivo sul pianeta, sebbene l'umanità nel suo complesso ne sia ancora del tutto ignara e completamente all'oscuro.
Come avevo avuto modo di ricordare precedentemente, è assolutamente necessario che tutti noi riusciamo a mettere i pezzi del puzzle tutti insieme, per creare ogni giorno più consapevolezza e non sentirci più vittime di ciò che, nostro malgrado, sembra siamo costretti a subire. 
Infatti, nel momento in cui ci riappropriamo del nostro potere personale e non deleghiamo più nulla a nessuno (medici, esperti, psicologi, preti, analisti finanziari, scuola, lavoro, tempo libero...) scopriamo di essere del tutto autosufficienti nelle nostre scelte, senza farci condizionare dall'opinione comune, senza dar più credito alle sirene del mainstream (pubblicità, giornali, televisione), abituandoci a scandagliare ogni assunto dato per scontato dall'opinione comune, per evitare di cadere in una nuova trappola, messa lì apposta per deprivarci, depotenziarci e renderci degli automi insenzienti.
Come?
Eccoci  arrivati al punto essenziale di cui accennavo all'inizio: rimanendo centrati, obbligandoci caparbiamente a creare degli spazi e dei tempi "vuoti" attraverso la meditazione, la cura e l'amore per noi stessi, la cura e il rispetto del nostro corpo, stando il più possibile a contatto con la Natura.
Anche se vi sembreranno aspetti di poco conto, provate a farlo lo stesso: vedrete come tutto ciò che gravita attorno a voi piano piano cambierà in meglio! Cambieranno le amicizie, le frequentazioni, non vi interesseranno più le cose che facevate prima; prima di aver aperto la porta del vostro Sé interiore. Lasciatevi guidare dal silenzio e dalla compassione e sarete immuni dalle più ostili e fastidiose frequenze elettromagnetiche messe in atto da costoro (gli Illuminati) per far smarrire le coscienze, cosicché voi diventiate un corpo debole, un "soggetto fisico" (dal latino subjectus, che vuol dire: sottomesso, assoggettato) manipolabile e infine senza anima!
Non prendete alla leggera queste parole: assumetevi dunque il rischio di vivere; non accontentatevi di sopravvivere a voi stessi, lasciando che siano altri a dirvi cosa fare della vostra meravigliosa vita.

Da questo momento in poi sarà assolutamente necessario per voi cambiare rotta, se non l'avete già fatto, per evitare il rischio di perdervi definitivamente. Dai post di questo blog potrete trovare numerosi spunti su come fare, su come cominciare a dare un senso alla vita e a trovare il proprio "Centro". 


Il contatto con la natura

Il contatto con la natura: esistono sempre più persone, tra cui il sottoscritto, che insieme ad altre, lavorano per riqualificare il territorio in cui vivono, ripartendo dalla terra e godendo dei suoi frutti, abituandosi a non comprare più nulla nei supermercati, o perlomeno riducendo al massimo il consumo di beni e cibi inutili o dannosi alla salute. Amare se stessi significa sconfiggere la paura e l'inebetimento di cui si parla nel video che troverete appena sotto queste righe. 

Tutto ciò significa "AMORE" e l'Amore rimane l'arma più potente per sconfiggere ogni tentativo di sopruso e ogni crimine perpetrato ai danni dell'umanità. Più saremo dentro noi stessi, più irradieremo questo Amore al mondo intero. Non sottovalutate la potenza del lavoro "su voi stessi". 
Ripeto: questa sarà l'unica arma di difesa contro ogni tentativo di "Transumare l'uomo" verso la perdita definitiva della propria Anima e dello Spirito divino che alberga in lui. Le prove saranno dure, ma possiamo essere pronti per superarle.
Namasté.

Dinaweh   

(video qui sotto)











Nessun commento: