martedì 2 dicembre 2014

Il piano divino per la Terra: i Servitori dell'umanità (parte diciannovesima) - Il Servizio


Il piano divino per la Terra


I Servitori dell'umanità


Capitolo 19
Il Servizio

È giunto il tempo del grande risveglio. Tu che hai scelto di alzare gli occhi dall’oscurità alla luce sei benedetto e puoi vedere l’avvento di un nuovo giorno sulla Terra. Poiché il tuo cuore ha desiderato vedere la pace dove regnava la guerra, mostrare pietà dove dominava la cattiveria e conoscere l’amore dove la paura aveva inaridito i cuori, ricevi ora il privilegio di portare la guarigione nel tuo mondo.
Il Creatore ha scelto le tue mani per raggiungere gli uomini soli, i tuoi occhi per vedere l’innocenza dei colpevoli, e le tue labbra per sussurrare parole di conforto a chi è ferito. Poni fine alla sofferenza! Hai vagato in incubi oscuri per troppo tempo; ora devi entrare nella luce e batterti per ciò che sai essere vero. Bisogna porre fine alla paura, e farlo rientra nei tuoi poteri.
Solo tu puoi trovare te stesso. Tutte le tue risposte sono dentro di te. Ora devi insegnare le lezioni che hai imparato. La comprensione ti è stata donata non solo per te stesso, ma per guidare un mondo stanco e sofferente in un luogo di riposo, verso una coscienza nuova.
Vai avanti allora, e sii messaggero di speranza. Indica la via della guarigione camminando nella pienezza. I tuoi fratelli e sorelle ti seguiranno, e quando oltrepasserai il portale della limitazione ti unirai a tutti quelli che sembravano perduti. Non c’è perdita alcuna nel Creatore. Scegli la via del perdono, e piangerai lacrime di gioia per la bontà che troverai in tutti.
Vai avanti e vivi la vita dell’anima lucente che in realtà sei. Sei importante, necessario e degno. Non permettere mai al mantello oscuro della paura di nascondere la luce ai tuoi occhi. Non sei nato per fallire, sei destinato al successo. La speranza del mondo è stata piantata nel tuo petto, e il tuo successo è assicurato perché rappresenti l’Uno che ti ha creato.

Alan Cohen, The Children of Light
 

Sebbene i Servitori - i Figli della Luce (in inglese, The Children of Light, N.d.T.) - mostrino amore e gentilezza a tutti, bisogna ricordare che sono anche portatori di distruzione, in quanto hanno la responsabilità di ripulire i sentieri della Terra dalla malerba dell’ignoranza, affinché nuova crescita possa continuare a fiorire. La forza collettiva delle loro fantastiche e ardenti benedizioni farà a pezzi e disperderà l’oscurità planetaria che oggi incombe sullo spirito umano come un sudario sepolcrale. I Servitori “non vengono a portare la pace, ma armati di spada”, e questo potrà sorprendere tutti gli idealisti che possono essersi costruita un’immagine sacra e preconfezionata del carattere del tipico Servitore risvegliato, magari basandola sui santi del passato, inebriati di gioia. In realtà, i Servitori che costituiscono oggi la prima linea dell’esercito del cambiamento sono molto più simili a soldati che a santi, in quanto per poter adempiere alla loro missione devono attaccare senza riserve e lacerare il grande velo di delusione forgiato e rinforzato da menti malevole che, attraverso la prigionia vibratoria, ha impedito all’umanità di conoscere pace, libertà e felicità reali per tanto tempo.
Sarebbe stupido aspettarsi che le forze dell’oscurità, che hanno regnato sulla Terra così a lungo, cedano il proprio dominio senza opporre resistenza. Quindi, gli anni che ci aspettano possono sembrare al profano spaventosi e devastanti, ma visti con gli occhi dell’anima - in grado di vedere veramente - mostrano la loro natura: sono pieni del potere della giustizia e della rettitudine. La tanto necessaria purificazione di tutto il Pianeta comporterà un torrente di accecante luce divina, che sommergerà quelli che non sono pronti ma riempirà, quanti si sono preparati, di insuperata euforia, perché saranno glorificati dalla svelata Verità. Uno dei grandi nemici della Verità è l’ego. Di conseguenza, il pericolo, il rimpianto, la paura e il terrore aspettano solo chi nutre il male dell’egoismo, in quanto la Via è fiancheggiata da specchi..

Ogni anima è stata più volte avvertita, nel corso di numerose incarnazioni: “Sii pronta! Oh, sii pronta! Poiché il Regno è vicino!” Eppure ancora oggi l’umanità preferisce, come proprio insegnante, la sofferenza all’amore. Forse molti non crederanno alla verità della nostra epoca finché la realtà per loro familiare e confortante non comincerà a crollargli intorno. La maggior parte del genere umano sarà costretta ad apprendere lezioni dure ma necessarie duranti gli sconvolgimenti che ci attendono, ma chi vede e capisce spenderà il proprio tempo con saggezza e servendo gli altri, in intelligente attesa del Tempo del Raccolto. La pazienza e la fermezza nel servizio attivo assicurano il tenero, dolce frutto della tanto attesa Promessa divina.

Fornendo con il loro amore e la loro dedizione una scialuppa di salvataggio per la famiglia dell’umanità, i Servitori resteranno a galla tra i flutti della marea che purificherà il Pianeta. Possono ricavare maggior coraggio dalla certezza che l’immensa intelligenza rappresentata dalla loro anima collettiva veglia sempre su di loro. Sebbene questa grande entità protettiva possa essere al di fuori della portata della percezione ordinaria, se i Servitori guardano a fondo nel proprio cuore, al di là di tutti i dubbi, e se credono davvero alle proprie sensazioni interiori e vi prestano attenzione, allora avranno la prova dell’esistenza e della vicinanza della loro famiglia spirituale. In effetti, la risposta divina al bisogno di guida e protezione nelle situazioni difficili è spesso magicamente istantanea, cosa della quale sono oggi testimoni sempre più individui capaci di fede. Nonostante i loro occhi possano essere in parte velati, i Servitori, guidati e protetti da Aiutanti divini invisibili ma sempre presenti, saranno di sicuro condotti sulla vetta della montagna che rappresenta il punto d’arrivo del loro lungo pellegrinaggio. Al momento dovuto ogni cosa prenderà il proprio posto, e ogni Servitore risvegliato saprà cosa fare. A tutti i cuori amorevoli è assicurato di superare sani e salvi la tempesta che sta per arrivare; seguendo la stella polare interiore che sempre illumina l’orizzonte, anche nella notte più buia, i Servitori troveranno la via di casa.

Questa “casa” spirituale non è però un luogo fisico, ma uno stato di Grazia, concesso solo a chi ama gli altri. Una volta risvegliatisi, e avendo di conseguenza consacrato se stessi al servizio del prossimo, perdutosi in un mondo di dolorose illusioni, i Servitori capiranno di non aver bisogno di andare da nessuna parte, di essere in realtà capaci di portare sulla Terra le vibrazioni dei mondi superiori dai quali discendono, per poterne condividere gli effetti curativi con tutti.
Dedicando con tale altruismo i loro doni e talenti unici all’attuale Causa divina sulla Terra, i Servitori costituiscono un essenziale infrastruttura planetaria fatta di educatori, artisti, guaritori, veggenti, nuovi scienziati ecc. Insegnano la Legge dell’Amore, dell’Armonia e della Purezza; conoscono la Legge della Creatività e vivono in essa e, quindi, in quella dell’Evoluzione. Lavorano per la rimozione di tutto ciò che oscura una limpida percezione di queste leggi e così impedisce l’esperienza della Realtà divina. I Servitori risvegliati sanno bene che l’attuale crisi mondiale non richiede seminari, corsi e letture, ma partecipazione attiva alla creazione del Nuovo Mondo. Molti di loro lavorano da tempo nell’ombra - in silenzio e senza esser notati - in quanto hanno capito che sebbene molti insegnanti spirituali abbiano detto e scritto tante parole per le masse nel corso della storia, sulla Terra prevalgono ancora l’egoismo, il male e l’immoralità. Ciononostante, conoscono bene le necessità di questo momento e, in quanto gruppo, stanno ora iniziando a rompere il loro lungo e necessario silenzio con una Nuova Canzone.


La Grande Canzone dello Spirito, che è sempre nuova, è stata in passato sentita da alcuni membri privilegiati della specie umana, è stata cantata attraverso questi pochi, preziosi cuori devoti, pieni della gioia del sacro servizio. Questi individui così rari e compassionevoli si sono impegnati con animo sincero a prendere sulle proprie spalle il peso che opprimeva l’umanità. Spesso portata avanti in solitudine e incompresa dai più, la loro missione è stata formidabile, e poiché hanno sempre mostrato grande deferenza e umiltà, lo Spirito divino li ha aiutati a portare quel peso, ha alleviato i loro dolori e reso più leggero il loro cammino.
Così, attraverso anni di sforzi e difficoltà volontari sulla Terra, hanno diligentemente tentato di fungere da esempio della Via per l’umanità, nella speranza che qualcuno potesse scegliere di seguirla. L’incarico di questi benefattori solitari - piccoli punti di luce nell’oscurità - è stato un grandioso atto di servizio amorevole. E questo sacrificio sarà presto interpretato da tutti i Servitori risvegliati per ciò che esattamente è, cioè il maggiore degli onori, in quanto è ormai giunto il momento conclusivo del loro grande viaggio e i frutti del loro lavoro saranno presto visibili a tutti, quando i Servitori si uniranno numerosissimi al fine di assicurare il successo di questa fase fondamentale del Piano Divino per il pianeta Terra. Tutti i Servitori che si stanno oggi risvegliando iniziano a riconoscere che il loro lungo, difficile e spesso doloroso compito d’amore nei confronti di questo mondo è quasi completo, e l’Età dell’Aquario non sarà un’era di sacrificio e sofferenza, ma di gioia. Saranno loro ad abbattere la croce dell’Età dei Pesci, e torneranno a gioire sulla Terra nel nuovo amore spontaneo e amoroso, nella cooperazione a uno scopo unitario. In quel momento, ogni spossato pellegrino avvertirà una magnifica sensazione di déjà vu, in quanto arriverà finalmente il tanto atteso momento in cui tutta la stanchezza si disperde, diventa chiaro il destino di un’infinità di vite e incarnazioni, ha termine un lungo ciclo epocale e viene annunciata una luminosa nuova era per il genere umano.

Tutti i Servitori non ancora risvegliati sono ora chiamati ad avviare il loro processo di richiamo alla memoria, a interpretare il loro giusto ruolo e a usare le loro capacità innate per aiutare gli altri, affinché così facendo diventino consapevoli agenti del Nuovo Spirito e parte attiva della coscienza che oggi si sta espandendo in tutto il Pianeta. Il karma dipende da ciò che si sceglie o non sceglie di fare dopo aver capito le necessità planetarie. Di conseguenza, in virtù della verità superna della quale sono rientrati in possesso, i Servitori hanno il dovere e l’obbligo di agire. La conoscenza è tanto un dono quanto una responsabilità, e, in quanto custodi delle chiavi per la Nuova Vita, i Servitori sono chiamati dai Signori dell’Evoluzione che supervisionano il Piano Divino a consacrarsi e impegnarsi con saggezza nel servizio altruistico. Sono spinti a usare le forze segrete a loro disponibili per creare condizioni positive per il bene comune, ponendo così fine all’illusione della separazione, mostrando a tutti la Coscienza del Nuovo Mondo.

Sulle spalle di tutti i Servitori pesa oggi la responsabilità di agire nel modo appropriato per far arrivare agli altri le importanti e utili informazioni delle quali sono in possesso. Inoltre, affinché gli sconvolgimenti che incombono sul pianeta vengano in parte attenuati, c’è bisogno di aiuto per il genere umano, e i Servitori devono fare tutto quello che è in loro potere per invocare questo aiuto. Siamo noi quelli che le grandi Gerarchie spirituali stanno ora chiamando ad agire; sono le nostre abilità e conoscenze quelle necessarie ad aiutare tutti quelli che possono essere assistiti; sono la nostra compassione e il nostro amore a essere di importanza vitale, non solo come unguento per le ferite dell’umanità ma anche, e con bisogno maggiore, per la diffusione della crescita spirituale.

È il nostro servizio a essere richiesto dalle condizioni del mondo, che vanno facendosi sempre più dure, affinché sia più facile entrare in contatto con tutti quelli che hanno intenzione di unirsi e contribuire a ciò che deve e sarà conseguito. Sono la nostra meditazione altruistica, l’ispirazione, la devozione interiore ed esteriore e l’invocazione che costituiranno il canale attraverso il quale il Nuovo Spirito entrerà in questo mondo. Grandi dolori e sofferenze possono essere evitati nell’immediato futuro, se acquisiamo una vera comprensione delle odierne circostanze cruciali e la applichiamo con intelligenza nella vita di ogni giorno.
Di solito, sulla Terra ci rivolgiamo con tutto il cuore allo Spirito divino e chiediamo sinceramente aiuto solo quando comprendiamo, attraverso grandi sofferenze, che non c’è felicità in questo mondo di desideri egoistici. Quando convinciamo lo Spirito divino che abbiamo davvero intenzione - e siamo in grado - di vivere in armonia con gli scopi del Piano Divino, allora riceviamo aiuto dai mondi invisibili. La richiesta sincera e altruistica garantisce l’influsso di forza spirituale, e lungo il Vero Percorso è possibile ricevere assistenza divina nei posti e momenti più impensati.
*   *   *
Tutti i Servitori risvegliati sono realisti, non hanno la struttura mentale utopistica e sognatrice tipica oggi del movimento new age, che dà origine alla grande maggioranza della spiritualità fasulla fornendo promesse di paradiso e libertà per tutti, grandiose ma false. È stato detto che non esiste un ascensore per il successo, dobbiamo tutti salire le scale. Nessun metodo di guarigione new age, nessuna dottrina religiosa, nessuna tecnica di potenziamento personale, nessun guru illuminato, neanche essere salvati dagli extraterrestri nelle loro navi spaziali libererà mai una persona o la renderà più spirituale.

 Gli individui possono elevarsi dalla propria condizione attuale solo usando le loro esperienze presenti e passate come trampolino di lancio verso comprensione e consapevolezza maggiori, donando quello che hanno nel servizio al mondo, amando gli altri; niente di più e niente di meno.
La frase che segue, relativa alla nascita del Nuovo Mondo e in armonia con le nuove leggi dell’Età Aquariana, dovrebbe essere presa in seria considerazione da chiunque voglia essere degno del Tempo del Raccolto:

Se un individuo non è pronto a donare spontaneamente e con felicità tutto ciò che può per servire il bene comune, se c’è in lui anche la minima traccia di paura, egoismo e, quindi, esitazione, allora costui sarà escluso dalle fila dei veri servitori del mondo, e non potrà essere una parte del Solo Lavoro Divino sulla Terra; non può esserci compromesso nel vero servizio spirituale. Inoltre, nei tempi venturi, tutto ciò che è tenuto per sé, qualsiasi cosa non venga offerta con altruismo per aiutare gli altri, tutto ciò che non contribuisce alla Sola Grande Causa verrà eliminato.

Chi non ama l’umanità con tutto sé stesso e quindi non cerca di aiutarla, non può ottenere l’accesso al Nuovo Mondo; chi vive solo per sé non sarà in grado di ricevere la grazia dell’Aquario, mentre chi consacra la propria vita agli altri sarà innalzato dal Nuovo Spirito

Che tutti i Servitori ricordino allora che c’è un’unica strada sicura per andare avanti, e una volta trovata e riconosciutone il percorso niente potrà più turbarli, scuoterli o impedirgli di seguirla per tornare a casa. Percorrere la Via dell’Illuminazione garantisce ricompense eterne. Non c’è nessun bisogno di dubitarne. Il dubbio è nemico del progresso, e qualora i Servitori dovessero incontrare lungo il loro percorso un avversario che sembra troppo forte per loro, non devono esitare, in quanto tutti gli Eserciti del Paradiso si schiereranno in loro difesa. Grazie alla solidarietà divina sempre presente tra quanti vivono in armonia con le Forze del Bene, la persona che segue con sincerità il Vero Percorso viene automaticamente aiutata e protetta nelle vicissitudini della vita dall’invisibile benevolenza di Guide divine in eterna attesa. Al contrario, chi segue il percorso del servizio al sé è più esposto a incidenti e ostacoli “casuali”; non potrà trovare riparo dalle tempeste e dalle bufere delle crudeli condizioni della vita.

La luce della Coscienza del Nuovo Mondo sorgerà luminosa per ogni individuo, in proporzione diretta alla misura in cui ognuno dona dal proprio cuore per aiutare gli altri. Così, la verità dei tempi annunciata da Gesù si rivelerà a tutti dall’interno: 

“E in questi momenti non aver paura di parlare; non hai bisogno di pensare a cosa dire; perché, ecco, lo Spirito Santo ti ricoprirà e ti darà le parole da pronunciare.”

Condividere la verità con tutti vuol dire seguire il Vero Percorso, avvicinandosi ogni momento di più al Portale della Liberazione. Il servizio, tuttavia, può essere portato solo quando e dove è richiesto; non è possibile salvare gli altri se sono ancora invischiati nei limiti e nella natura della coscienza del vecchio mondo e nelle sue forme-pensiero, non li si può liberare con la sola forza della mente o dei sentimenti. Moltissime anime sceglieranno - ne siano o meno coscienti - di non cogliere i vantaggi della grandiosa e inedita opportunità offerta loro nel momento dell’imminente Tempo del Raccolto. 
Costoro possono essere riconosciuti dalla loro vibrazione, e il loro libero arbitrio deve essere rispettato, per quanto sventurata o dolorosa possa sembrare la loro scelta. Di sicuro, su un altro mondo, verrà prima o poi anche il loro turno. Quando i Servitori non ricevono ascolto o non sono accolti apertamente non dovrebbero indugiare a lungo, ma andare oltre per diffondere il seme della Verità, poiché ci sono nel mondo menti fertili che sceglieranno con felicità la luce, serviranno il Piano Divino e così riceveranno il Nuovo Spirito.
È giunto il momento per ogni Servitore nel mondo di mettere da parte tutte le divisioni, le dualità e le illusioni di separazione, e di fare fronte comune per poter cogliere la grande opportunità di assistere la Madre Terra nella sua rinascita. La maieutica planetaria è un requisito e un servizio molto importante e richiesto in quest’epoca, e per poterlo effettuare è necessaria una coscienza perfettamente unitaria; nessun gruppo di persone può lavorare come un’unità se non si amano e servono l’un l’altro; le forze divine non possono fluire attraverso un gruppo se non vi è armonia tra i suoi membri. Tutti i Servitori sono quindi chiamati a riprendere il loro dovere spirituale nel mondo, a continuare a essere di esempio agli altri in questi difficili momenti, assistendoli in attesa del Destino delle Epoche, in quanto solo insieme come Uno potremo accogliere la grazia e la gloria del Nuovo Mondo.
I Servitori della nostra specie che abitano i piani segreti della vita hanno concesso la loro opportunità e ora aspettano una risposta positiva alla loro chiamata. Ci guardano con amore, pazienza ed entusiasmo, e sono sempre attenti e disposti a supportare qualsiasi sincero sforzo fatto per l’avanzamento del Piano Divino, per stabilire e diffondere sulla Terra le nuove energie dell’Aquario, e per la rapida preparazione dell’umanità all’imminente nascita di una Nuova Era. Questi Grandi Esseri stanno ora in sospensione sul nostro Pianeta, per così dire, e sono pronti a incrementare il flusso di Amore e forza guaritrice per il bene dell’umanità. La capacità di ricevere questi doni è conseguente all’adozione di un comportamento giusto e altruistico, e all’azione pronta, positiva e amorevole di quanti sono già pronti e consapevoli.
La chiamata per il salvataggio del mondo è stata emessa, e in molti oggi rispondono, in diversi modi. Le motivazioni sono spesso miste e le azioni sono di frequente ispirate da un desiderio di salvezza, progresso e potenziamento personali. I Servitori devono elevarsi al di sopra di questo egoismo, in quanto una simile risposta sta in questi tempi complicando la chiamata al servizio e al contempo affermando la veridicità di un antico detto: 
Molti sono chiamati, ma pochi sono scelti.” 
L’odierna chiamata al servizio deve far nascere per empatia le azioni giuste. Il più importante messaggio per tutti i Servitori del mondo è: 
Cerca, acquisisci comprensione, ricorda, unisciti ai tuoi simili e con loro purificati e preparati, e sii di servizio alla tua famiglia umana.

In questa battaglia conclusiva per riportare la giustizia sulla Terra, possano tutti i Servitori non dimenticare i preziosi bagliori di gloria donati loro nei momenti di contatto divino del passato, e possano sempre cercare di motivare gli altri ricordandogli dell’ora promessa in cui si apriranno le porte del Nuovo Mondo, affinché chiunque sia pronto possa entrarvi. Possano i Servitori non permettere ad alcun ostacolo di intralciarli, e possano usare tutte le difficoltà solo per rinforzare la loro decisione di procedere con la virtù di una determinazione rinnovata. Possano tentazione, paura e dubbio non distoglierli né costituire un ritardo nel loro aiuto all’umanità per innalzarsi nella Nuova Luce, e così facendo possano i Servitori innalzare sé stessi. 

Nelle parole di Kahlil Gibran: 
Se la paura dovesse fermarci nel bel mezzo del cammino, sentiremmo solo insulti dalle voci della notte, ma se raggiungiamo con coraggio la cima della montagna ci uniremo agli spiriti celesti in canti di trionfo e gioia.


Gli ostinati venti dell’ignoranza che imperversano oggi sui mari della coscienza terrestre richiedono vele robuste e una navigazione sicura affinché la flotta di Servitori possa tenere la rotta. La riuscita del loro viaggio grandioso dipende dai cuori di ogni singolo membro dell’equipaggio, dalla loro chiarezza d’intento e unità di spirito. Ogni membro del gruppo è una parte preziosa.


Con gli occhi fissi sul Sole nascente del Nuovo Giorno e coi cuori uniti, insieme i Servitori giungeranno infine alla vittoria e alla tanto attesa Liberazione Finale

1 commento:

BALI RELAX SPA ha detto...

GRAZIE LUCA...AMORE E' LA BASE COSTITUTIVA INFINITAMENTE AUTOSOSTENUTA ED ETERNA DELL'UNIVERSO.
LOVE PEACE FREEDOM